Tiroidite di Hashimoto

4.6/5 (18)

Ultimo aggiornamento il 10/07/2024 di Le cliniche del dolore - Salute interdisciplinare

Tiroidite di Hashimoto

La tiroidite di Hashimoto è una malattia autoimmune in cui la ghiandola tiroidea viene attaccata dagli anticorpi dell'organismo, portando all'ipotiroidismo (metabolismo basso). Questa diagnosi è la causa più comune di basso metabolismo e ridotta funzionalità della tiroide (ipotiroidismo). La tiroidite di Hashimoto è stata anche la prima diagnosi ad essere classificata come malattia autoimmune. La condizione fu descritta per la prima volta dal giapponese Hakaru Hashimoto in una rivista pubblicata in Germania nel 1912.

Leggi anche: - Occhi asciutti? Questo dovreste sapere sulla malattia di Sjøgrens

Colliri nella malattia di Sjøgren

Una maggiore attenzione dovrebbe essere rivolta alla ricerca volta a una condizione che colpisce così tanti - ecco perché ti invitiamo a condividere questo articolo sui social media, preferibilmente tramite la nostra pagina Facebook e dite: "Sì a ulteriori ricerche sui disturbi metabolici". Sentiti libero di commentare in fondo a questo articolo se c'è qualcos'altro di cui ti stai chiedendo o se c'è qualcosa che vuoi che aggiungiamo.

Sintomi della tiroidite di Hashimoto

Alcuni dei sintomi più comuni sono affaticamento, aumento di peso, viso pallido/gonfio, "letargia", depressione, pelle secca, sensazione di freddo, dolori articolari e muscolari, stitichezza, capelli secchi e diradati, mestruazioni abbondanti e periodi mestruali irregolari.

- Non tutti i processi patologici sono uguali

Ma è anche vero che possono esserci molti sintomi diversi di questa diagnosi e che spesso possono sovrapporsi ad altre malattie - e nessuno dei sintomi che abbiamo menzionato sopra è esclusivo di Hashimotos.

I sintomi più rari possono includere:

  • Gonfiore dei piedi
  • Dolore diffuso e dolore
  • Concentrazione ridotta

Se la diagnosi peggiora, potresti anche riscontrare:

  • Gonfiore intorno agli occhi
  • Battito cardiaco ridotto
  • Temperatura corporea ridotta
  • L'insufficienza cardiaca

Segni clinici

La ghiandola tiroidea può diventare dura e ingrossata, ma in alcuni casi può essere impossibile conoscere questi cambiamenti. L'ingrandimento della ghiandola si verifica a causa dell'infiltrazione linfatica e della fibrosi (danno alla struttura tiroidea).

Diagnosi ed esame clinico

La diagnosi di tiroidite di Hashimoto è divisa in una visita funzionale e una visita medica.

  • Esame funzionale: Il consueto esame che il medico sospetta di una ghiandola tiroidea danneggiata viene effettuato mediante esame fisico e il medico è a conoscenza delle mani sulla parte anteriore del collo. La ghiandola tiroidea può in alcuni casi essere ingrandita, indurita dalla pressione e più dura del normale.
  • Visita medica: La diagnosi viene fatta da un esame del sangue. Un esame del sangue positivo mostrerà una pressione sanguigna elevata e livelli aumentati dell'anticorpo TPOAb (anticorpi anti-perossidasi tiroidea). Vengono anche testati i livelli di TSH, T3, tiroxina (T4), anti-Tg e anti-TPO - dove una valutazione complessiva di questi può aiutare a fare una diagnosi specifica. A causa di sintomi relativamente aspecifici, la tiroidite di Hashimoto viene spesso diagnosticata erroneamente come depressione, ME, sindrome da stanchezza cronica, fibromialgia o ansia. In alcuni casi, potrebbe anche essere necessario sottoporsi a una biopsia per scoprire cosa sta interessando la ghiandola tiroidea.

Perché hai la tiroidite di Hashimoto?

Nella malattia di Hashimoto, il sistema immunitario del corpo attacca le cellule della ghiandola tiroidea a causa di una "etichettatura errata" - cioè, i globuli bianchi pensano che queste cellule siano ostili e quindi iniziano a combatterle e distruggerle. Naturalmente, questo non è particolarmente favorevole e mette in moto una feroce battaglia in cui il corpo gioca su entrambe le squadre, sia in difesa che in attacco. Tali processi richiedono anche molta energia e per la persona colpita, spesso può essere vissuta come un'infiammazione a lungo termine nel corpo.

Chi è affetto dalla malattia?

La tiroidite di Hashimoto si verifica più spesso nelle donne rispetto agli uomini (7: 1). La condizione può verificarsi durante l'adolescenza tra le donne più giovani, ma è più comune che si verifichi più tardi, specialmente tra gli uomini. Le persone che sviluppano Hashimoto spesso hanno una storia familiare della condizione o di altre malattie autoimmuni.

Interessato? Unisciti al gruppo Facebook «Reumatismi e dolore cronico - Norvegia: ricerca e notizie»Per gli ultimi aggiornamenti sulla ricerca e la scrittura dei media su questo disturbo. Qui, i membri possono anche ottenere aiuto e supporto - in ogni momento della giornata - attraverso lo scambio delle proprie esperienze e consigli.

trattamento

Il trattamento dell'ipotiroidismo comprende naturalmente una somministrazione sufficiente di farmaci stimolatori della tiroxina per stabilizzare i livelli di tiroxina. I pazienti a cui è stato diagnosticato l'ipotiroidismo in genere devono assumere levotiroxina (Levaxin) ogni giorno, per il resto della loro vita. Tale trattamento impedirà anche un ulteriore allargamento e danni alla ghiandola tiroidea nella stragrande maggioranza dei casi. Segnaliamo, tuttavia, che esiste un certo gruppo di pazienti che non può utilizzare la medicina sintetica. Molti di questi traggono vantaggio da quella che è nota come medicina biologica (come NDT).

Trattamento fisico per Hashimoto

La malattia metabolica stessa può portare a dolore e sintomi nei muscoli e nelle articolazioni. Purtroppo anche i farmaci da assumere possono portare ad un peggioramento di questi disturbi. Qualcosa che guida Proprio per questo motivo, per i pazienti affetti da malattie metaboliche è molto importante il trattamento personalizzato e la formazione riabilitativa da parte dei fisioterapisti.

Suggerimento: utilizzare un rullo di schiuma per articolazioni rigide e muscoli doloranti

Qui puoi leggere di più o acquistare il nostro rullo di schiuma consigliato. Un'ottima automisura per l'autotrattamento contro rigidità articolari e muscoli doloranti. La raccomandazione del prodotto si apre in una nuova finestra di lettura.

Sentiti libero di condividere sui social media

Ancora una volta, vorremmo chiederti gentilmente di condividere questo articolo sui social media o tramite il tuo blog (collegati direttamente all'articolo). Comprendere e aumentare la concentrazione è il primo passo verso una vita quotidiana migliore per le persone affette da patologie croniche come questa.

suggerimenti: 

Opzione A: Condividi direttamente su FB - Copia l'indirizzo del sito Web e incollalo nella tua pagina Facebook o in un gruppo Facebook pertinente di cui sei membro.

Opzione B: link direttamente all'articolo sul tuo blog o sito Web (se ne hai uno).

Le cliniche del dolore: la vostra scelta per il trattamento moderno

I nostri medici e i nostri reparti clinici mirano sempre a essere tra gli esperti nella ricerca, nel trattamento e nella riabilitazione del dolore e delle lesioni a muscoli, tendini, nervi e articolazioni. Premendo il pulsante in basso è possibile visualizzare una panoramica delle nostre cliniche, anche a Oslo (incl Lamberteter) e Akershus (Legno grezzo og Suono Eidsvoll). Sentiti libero di contattarci se hai domande o ti chiedi qualcosa. Rispondiamo a tutte le domande.

 

Articolo: Hashimoto: la causa più comune di basso metabolismo

Scritto da: I nostri chiropratici e fisioterapisti autorizzati pubblicamente presso Vondtklinikkene

Verificato: i nostri articoli si basano sempre su fonti serie, studi di ricerca e riviste di ricerca, come PubMed e Cochrane Library. Vi preghiamo di contattarci se notate errori o avete commenti.

Logo Youtube piccolo- Segui Vondtklinikkene Verrfaglig Helse su YOUTUBE

logo facebook piccolo- Segui Vondtklinikkene Verrfaglig Helse su FACEBOOK

Ti è piaciuto il nostro articolo? Lascia una valutazione a stelle

0 risposte

Lascia un commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Legg igjen en kommentar

Din e-Postadresse vil ikke bli publisert. I campi obbligatori sono contrassegnati con *